Brunch mania, la ricetta con marmellata del french toast

I french toast ingannano per il loro nome. Non si tratta di una preparazione tipicamente francese ma di stampo americano, anche se ormai vengono preparati un po’ dappertutto nel mondo. Sono perfetti per fare una ricca colazione o da gustare, insieme ad altre preparazioni, in un brunch.

Diverse le modifiche o le rivisitazioni che si fanno di questa ricetta: dalla Francia in cui i french toast si servono con frutta e panna acida alla Gran Bretagna dove si usa lo sciroppo d’acero e si propongono anche in versione salata.

Noi di Delizie del Gusto te li proponiamo in accoppiamento con le nostre marmellate per un risultato stupefacente. Non solo gusto ma anche morbidezza donano le nostre composte ai french toast. Diversi i gusti della linea gourmet che possono essere usati, noi oggi ti suggeriamo si usare la confettura di lamponi o quella di fragole in abbinamento a tutti i frutti di bosco da cospargere sopra.

Oltre che in versione dolce, i french toast possono essere preparati anche in versione salata per un brunch che porta in tavola un gustosissimo ripieno di formaggi e salumi. Per impreziosire il tutto puoi usare la nostra confettura di pere e noci o quella di fichi, che con i salumi ed i formaggi formano la combo perfetta.

Ma vediamo adesso come preparare i french toast in versione dolce.

GLI INGREDIENTI

Ingredienti Quantità
Pane tipo pan brioche Q.B.
Burro 100 gr
Latte parzialmente scremato 100 ml
Sciroppo d'acero Q.B.
Frutti di bosco Q. B.
Marmellate Delizie del Gusto Q. B.
Uova 3
Zucchero a velo Q. B.

PREPARAZIONE

  1. In una ciotola uniamo uova, latte, un pizzico di sale e mescoliamo fino ad ottenere un composto omogeneo. Affettiamo il pan brioche e bagnamo le fette da entrambi i lati nel composto di uova;
  2. In padella sciogliamo il burro e friggiamo i toast fino a quando non saranno completamente dorati, attenzione a non bruciarli;
  3. Posizioniamo i toast in un piatto da portata e li ricopriamo di marmellata, zucchero a velo e frutta in pezzi.
Torna al Blog "Notiziario del Gusto"